Pro Loco Pedavena

La Pro Loco di Pedavena premia il miglior Presepe e la vetrina natalizia più creativa e originale

È dell’Osteria Le Tre Lanterne di Facen la vetrina natalizia più creativa e originale

La tradizione incontra la creatività! Sabato 11 gennaio 2020 nella sede della Pro Loco di Pedavena si è svolta la cerimonia di premiazione del Contest Natale in Vetrina e del Concorso il presepe più bello, giunto alla 25^edizione. Nel mese di dicembre 2019 il sodalizio di volontari guidato da Elvio Cecchet, in collaborazione con il Comune di Pedavena e l’Unione Commercianti locale, ha ideato un contest creativo con l’obiettivo di invitare gli operatori economici e produttivi ad allestire e addobbare gli spazi espositivi dei propri locali, secondo un tema riconducibile al Natale.

 

Ad aderire all'iniziativa cinque attività commerciali (Bar Gallo, Gelateria all'Angolo, LabModa.it, Macelleria Turrin e Osteria Le Tre Lanterne) che, nel rispetto delle tempistiche previste dal regolamento, hanno inviato la propria domanda di adesione allegando una o più foto della propria vetrina, che sono state successivamente pubblicate sulla pagina Facebook della Pro Loco. A decretare il vincitore, per il 40% il voto popolare social, mentre per il restante 60% un’apposita giuria composta da 2 membri del Comune di Pedavena, 2 membri della Pro Loco e 2 membri esterni. Ad aggiudicarsi la vittoria della prima edizione del Contest Natale in Vetrina l’Osteria Le Tre Lanterne di Facen, che ha riscosso l’apprezzamento di tutti i 6 giurati, scelta che non si è discostata anche dal giudizio espresso dal voto popolare esercitato sui social network. Certamente uno dei simboli indiscussi delle festività natalizie è il presepe; anche la 25^ edizione del Concorso Il Presepe più Bello, stata contraddistinta da un buon numero di partecipanti, che hanno realizzato con le proprie mani presepi davvero originali, nel rispetto della tradizione. L’impegno e la creatività hanno permesso a Gisella Bonan di ottenere la vittoria, seguita al secondo posto da Annarita Boschet e al terzo dalla Chiesa di Travagola.